Cookie policy

Tanti si lamentano per l’improvvisa apparizione in molti siti web di piccoli banner che chiedono agli utenti di autorizzare l’utilizzo dei cookies o, in alternativa, di abbandonare il sito. Una complicazione che certamente fa perdere tempo a tutti, utenti e gestori dei siti, ma che ha una sua giustificazione e che dovrebbe servire a far riflettere.
Ad esempio, riflettere sulla pervasività dell’uso dei cookies. Ma soprattutto, riflettere sulla sistematicità con cui alcuni operatori del web ricavano informazioni sui nostri comportamenti, i nostri acquisti, le nostre abitudini e preferenze.

Premessa

Fino a poco tempo fa, nel corso della navigazione degli utenti i siti web erano liberi di utilizzare i cosiddetti “cookies”. L’uso indiscriminato che ne è stato fatto ha, da un lato, evidenziato forme gravi di violazione della privacy. Dall’altro, ha fatto emergere l’esigenza di un controllo maggiore su di essi da parte dell’utente.
Il 25 novembre 2009 il Parlamento europeo ha emanato la direttiva 2009/136/CE, che ridefinisce le norme in materia di trattamento dei dati personali su tutti i tipi di reti (telefoniche, GPS, ISDN, UMTS, internet, ecc). Tra gli altri, regola l’utilizzo dei cookies da parte dei gestori dei siti web e definisce gli obblighi nei confronti degli utenti. Tale direttiva è conosciuta come “EU Cookie Law” (legge europea sui cookies).
La direttiva europea è stata recepita in Italia in due fasi:

Per permettere a tutti i gestori di siti web di adeguarsi è stato concesso un periodo di 1 anno, scaduto il quale la normativa è divenuta vincolante, pena gravi sanzioni amministrative.
Questa pagina serve a ottemperare agli obblighi imposto da tale normativa. Cioè, integrare l’Informativa sulla privacy con tutte le informazioni relative all’utilizzo dei cookies sul sito web del Liceo Ginnasio Statale “Alessandro Manzoni” di Milano, d’ora in avanti denominato “nostro sito web”.

Più in dettaglio, la pagina “Cookie policy” o “Informativa sui cookies” spiega:

  • cosa sono i cookies, a cosa servono e che uso ne può essere fatto da parte dei gestori dei siti web;
  • se e quali cookies sono utilizzati nel nostro sito web;
  • come fare per rifiutarli;
  • cosa succede se rifiutiamo di accettarli tutti o in parte.

Speriamo di riuscirci in modo non solo conforme alla normativa, ma anche semplice, trasparente e, per quanto possibile, sintetico.

Indice

  1. Cosa sono i cookies
  2. A cosa servono i cookies e quali sono le tipologie
  3. I cookies inviati dal nostrosito web
  4. Come rifiutare i cookies inviati dal nostro sito internet
  5. Come rifiutare i cookies inviati da altri siti internet collegati al nostro

A. Cosa sono i cookies

I “cookies” sono piccoli file di testo che vengono inviati da un sito web e memorizzati sul nostro computer, tablet o smartphone ogni volta che visitiamo quel sito web. Visitando alcuni siti web ne riceviamo pochi, o nessuno. Visitandone altri, ne riceviamo tanti.
Per aprire un cookie e vedere cosa c’è scritto dentro, in generale può bastare un editor di testo, tipo Notebook. Se provassimo a farlo, noteremmo che contengono una sequenza abbastanza oscura di lettere e numeri. A queste sequenze non corrisponde la capacità di provocare effetti sul nostro strumento di navigazione. La loro funzione è, semplicemente, di contenere informazioni. Ad esempio, la data dell’ultimo accesso al sito, le pagine già visitate, l’autenticazione all’area riservata di un sito, l’invio di un modulo online, gli articoli aggiunti al carrello di un negozio online, le nostre preferenze per determinati argomenti, eccetera.

In generale, sono elementi di per se non pericolosi, che non fanno alcun male. Non sono virus o altre diavolerie che danneggiano il computer/tablet/smartphone. Non sono codici insidiosi che rubano dati importanti. E non sono nemmeno “script” o programmi che modificano il funzionamento del computer.
Quindi, possiamo stare tranquilli e non preoccuparci di nulla?
Stare tranquilli sì. Preoccuparci di nulla, forse no. E infatti se in questo sito web (e in quasi tutti i siti web) è presente una pagina come questa, è perché questa pagina una ragione d’essere ce l’ha. E la ragione d’essere risiede nel fatto che se è vero che i cookies non fanno male, è altrettanto vero che in alcuni casi, o per alcune persone, possono causare intromissioni indesiderate. In altre parole, i cookies sono utili, ma in determinati casi (e per certe persone) il loro uso si trasforma in un abuso.
Ecco, quindi, l’opportunità di esporre in ogni sito web una pagina come questa, denominata “Cookie policy” o “Informativa sui cookies”.

B. A cosa servono i cookies e quali sono le tipologie

Accettare i cokies non è obbligatorio, ma rifiutarli può non essere opportuno. Questo dipende dalla loro funzione.
Come già detto i cookies sono sequenze di lettere e numeri che contengono informazioni. Tali informazioni, memorizzate sul nostro computer o smartphone, servono per gli scopi più svariati.
Dal punto di vista funzionale i cookies sostanzialmente si possono dividere in due tipologie principali:

  • cookies “tecnici”;
  • cookies di “profilazione”.

B.1. Cookies tecnici

Alcuni cookies servono a migliorare l’utilizzo di un sito web e a permettere varie funzionalità, a volte importanti (ma solo “a volte”). Sono presenti in tutti (o quasi) i siti web e blog e sono praticamente inevitabili.
Si parla in questo caso di “Cookies tecnici”, perché svolgono un compito tecnologicamente rilevante nel funzionamento di un sito web. Normalmente vengono inviati direttamente dal gestore del sito web che stiamo visitando.
A seconda della funzione si possono distinguere, a loro volta, in:

  • Cookies di navigazione o di sessione,
    garantiscono la navigazione e un utilizzo ottimale del sito web, aggiungendo alcune funzionalità altrimenti impossibili, come inviare un modulo di contatto, cambiare dimensione dei caratteri, accedere a un’area riservata, effettuare acquisti online, eccetera. Alcuni di essi hanno la caratteristica di durare solo per la durata della sessione di navigazione, dopodiché scompaiono. Altri, invece, permangono per un certo tempo;
  • Cookies analitici,
    permettono al gestore di un sito web di raccogliere in forma anonima dati sull’utenza e conoscere le tendenze di navigazione nel sito. Scopo della raccolta è capire quali modifiche e/o miglioramenti apportare al sito;
  • Cookies funzionali,
    permettono all’utente di navigare nel sito web in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, prodotti selezionati, un intervallo di date o di prezzo, eccetera) allo scopo di migliorare il servizio.

Entrando in un sito web, possiamo scegliere di non accettare i cookies tecnici. Così facendo, però, peggioriamo la navigazione nel sito web che stiamo visitando. Spesso rendiamo impossibile l’utilizzo di funzioni fondamentali nel sito che stiamo visitando. In generale, non accettarli non è una buona scelta. Ma ognuno è libero di fare ciò che vuole (perlomeno in questo campo…)

B.2.  Cookies di profilazione

Alcuni cookies servono per tenere traccia dei nostri comportamenti e conoscere i nostri gusti. Servono, cioè, per tracciare un nostro “profilo”. Per questo si parla di “Cookies di profilazione”.
Memorizzati nello strumento di navigazione di ognuno di noi, questi cookies permettono di ricordare le nostre preferenze e abitudini e, quando possibile, di proporci “cose” il più possibili corrispondenti alle nostre esigenze. Ad esempio, servono per avvisarci di nuovi articoli/prodotti che rientrano tra i nostri interessi, o per proporci occasioni e/o offerte mirate, adatte in modo specifico a noi.
Anche nel caso di questo tipo di cookies, possiamo scegliere di non accettarli. Così facendo, non peggioriamo il funzionamento del sito, o (come dicono i “furboni” della comunicazione) non compromettiamo la nostra esperienza di navigazione nel sito internet. Perdiamo solo l’insieme di proposte (più o meno commerciali) tagliate sulle nostre preferenze, che questi cookies permettono.

B.2.a Tipologie di cookies in base alla provenienza

Quando visitiamo un sito web e riceviamo cookies di profilazione, non è detto che questi cookies siano inviati dal sito che stiamo visitando. Nella stragrande maggioranza dei casi questi cookies sono inviati da altri siti che sono collegati al sito che stiamo visitando o, più spesso, che integrano alcune loro funzioni in una o più pagine del sito che stiamo visitando.
Da questo punto di vista ha grande importanza, quindi, classificare i cookies in base alla loro provenienza. Si possono così distinguere:

  • Cookies di “Prime parti” o “proprietari”.
    Sono i cookies inviati direttamente dal sito web che stiamo visitando;
  • Cookies di “Terze parti”.
    Sono i cookies che vengono inviati al nostro strumento di navigazione da un sito web diverso rispetto a quello che stiamo visitando. Sono, quindi, cookies non gestiti dal sito che stiamo visitando.

Come è possibile che, visitando un certo sito, si ricevano cookies da altri siti?
Ciò è possibile perché un sito web “terzo” è collegato al sito che stiamo visitando da funzioni che il sito “terzo” integra nel sito che stiamo visitando. Oppure, più semplicemente, ciò è dovuto a un link di collegamento al sito “terzo” sul quale abbiamo cliccato.
Per fare un esempio, cookies di terze parti vengono inviati al nostro computer quando visitiamo un sito internet che offre la possibilità di condividere una sua pagina sulla bacheca Facebook dell’utente. In questo caso, nel momento in cui decidiamo di condividere su Facebook, al nostro computer vengono inviati uno o più cookies di Facebook, che di per sè non hanno nulla a che fare con il sito che stiamo visitando.
I gestori del sito web che stiamo visitando non hanno alcun controllo sui cookies di terze parti: non possono accedervi, modificarli o cancellarli. E non sono nemmeno titolari del trattamento dei dati dell’utente che questi cookies possono raccogliere. L’unica azione in loro potere è decidere di non inserire link ai siti “terzi” che li inviano o rinunciare alle funzioni che i siti “terzi” aggiungono al sito che stiamo visitando.

B.2.b. Utilità e “fastidio” dei cookies di profilazione

Se in linea teorica si possono avere “Cookies di Terze parti” anche nel campo dei Cookies tecnici, di fatto la distinzione tra cookies di “Prime” e “Terze parti” è importante soprattutto nel campo dei “Cookies di profilazione”. Conoscere la provenienza esatta di questi cookies ci permette di esercitare il nostro sacrosanto diritto di accettarli o rifiutarli e, eventualmente, di farlo in modo selettivo.
Intendiamoci! Che i nostri “profili” vengano registrati a scopo di profilazione non è un fatto pericoloso e può non essere nemmeno fastidioso. Al limite, può perfino essere utile. Ad esempio, presi in blocco e in forma anonima, i dati dei profili di molti utenti possono servire per sviluppare strategie di marketing o, meglio ancora, per progettare un prodotto o un servizio in modo che si adatti meglio alle esigenze dei consumatori.
In alcuni casi, invece, può essere irritante. Ad esempio, può servire a piazzare annunci molto mirati negli spazi pubblicitari di altri siti che visitiamo in momenti successivi.
Fastidio o meno, il fatto grave è che alla base di questo processo vi sia la raccolta dei nostri dati di navigazione (personali e/o sensibili) senza il nostro consenso esplicito. Una vera e propria violazione della privacy. Questo aspetto è ciò che irrita di più alcune persone. Ed è anche quello che ha spinto l’Unione Europea a intervenire, costringendo i siti web che utilizzano cookies di profilazione a chiedere il consenso informato degli utenti.
Fornire agli utenti del nostro sito web spiegazioni sull’utilizzo nel sito di cookies e permettere di accettare o rifiutare i cookies di profilazione, soprattutto se di “terze parti”, è proprio lo scopo di questa pagina. Sapere se e attraverso quali cookies di profilazione vengono raccolte informazioni su di voi e sulle vostre preferenze. Sapere come fare a rifiutarli. Tutto questo apparirà forse un po’ velleitario, ma è comunque un fatto di correttezza e civiltà.

C. I cookies inviati dal sito web del Liceo Ginnasio Statale “Alessandro Manzoni” di Milano

Come già detto, quasi tutti i siti web utilizzano cookies. Solo i siti costituiti da una pagina singola non ne fanno uso. E non sempre… Infatti, l’invio di cookies o meno dipende anche dal server su cui il sito è ospitato.
A questo punto ti domanderai quanti e quali cookies vengono utilizzati dal nostro sito web.
La risposta si articola in 4 punti:

C.1. Cookies “proprietari”

Il sito web delLiceo Ginnasio Statale “Alessandro Manzoni” di Milano produce e invia al tuo strumento di navigazione solo tre cookies, tutti di tipo “tecnico” (vedi punto B.1):

  • un cookie temporaneo che serve a indicare l’inizio e la fine di una sessione di navigazione nel nostro sito web;
  • un cookie permanente che serve a riconoscere le pagine già visitate e ad aumentare la velocità del sito web;
  • un cookie permanente che serve a riconoscere che HAI ACCETTATO i cookies e, quindi, a non mostrarti il banner con la stessa richiesta ogni volta che entri nel sito o cambi videata. Questo cookie è impostato in modo da avere una durata di un mese.

Se ti preoccupano i cookies di “profilazione” (vedi punto B.2), possiamo garantirti che il nostro sito web non invia cookies di “profilazione” proprietari.
Se vuoi sapere come fare a rifiutare i nostri cookies “tecnici”, lo spieghiamo al punto D.

C.2. Cookies di “profilazione” di “terze parti”

Al momento, il nostro sito web non integra funzioni o servizi forniti da siti di “terze parti” che potrebbero inviare cookies di “profilazione”. Quindi, per quello che sappiamo, comprovato dai nostri strumenti di rilevamento, attraverso la navigazione nel nostro sito web non vengono inviati cookies di “profilazione”. Intendiamoci. Non facciamo di questo fatto un motivo di vanto. È una semplice constatazione che serve anche da certificazione.

C.3. Cookies di “profilazione” di “terze parti” inviati da siti collegati al nostro sito web attraverso link

I cookies di “profilazione” di “terze parti” possono essere inviati a causa di servizi integrati nel nostro sito e, come detto sopra, il nostro sito web non ne invia.
Ma i cookies di “profilazione” di “terze parti” possono essere inviati anche da siti che non integrano le loro funzioni all’interno del nostro sito ewb e che sono soltanto collegati al nostro sito web da link, icone, banner, ecc. È il caso dei siti di Facebook, YouTube, Instagram e Flickr, le cui icone appaiono nella colonna di destra del nostro sito web. Non ci vuole molto per capire che cliccando su di esse si verrà tempestati di cookies di “profilazione”. Dopotutto, è proprio grazie alla “profilazione” delle nostre abitudini e preferenze che questi servizi possono permettersi di rimanere gratis…
Quanti e quali cookies? Questo francamente non ci è dato sapere. Monitorando i cookies che inviano, appare chiaro che cambiano periodicamente ed è impossibile censirli.  Ma l’aspetto singolare è che, forse, non lo sanno esattamente nemmeno loro… Questo perché, a loro volta, i loro siti web accettano ed inviano i cookies di profilazione di altre “terze parti”.
Visitare questi siti evitando di fare incetta dei loro cookies è impossibile.
Nella sezione E elenchiamo i principali  siti web collegati al nostro sito web che inviano cookies di profilazione con le rispettive pagine contenenti le informative sui cookies. Nella sezione E e D indichiamo i modi per impedire di accettare i cookies di profilazione inviati da questi siti web e, più in generale, da tutti i siti web.

C.4. Cookies del”Registro elettronico” del Liceo Ginnasio Statale “Alessandro Manzoni” di Milano

Il “Registro elettronico” del Liceo Ginnasio Statale “Alessandro Manzoni” di Milano è un servizio non gestito direttamente dal Liceo, bensì dall’azienda Axios Italia, Via E. Filiberto 190, 00185 Roma.
Nel corso di una sessione di navigazione nel Registro elettronico vengono utilizzati 2 cookies di sessione. Abbiamo, cioè, 2 cookies di sessione di “terze parti”. Tali cookies servono per velocizzarne la consultazione. In questo caso i cookies tecnici non sono indispensabili, ma disabilitarli non avrebbe alcun senso.
In ogni caso, per ciò che riguarda Axios Italia rimandiamo alla relativa “Informativa sulla privacy” all’indirizzo “http://www.axiositalia.com/Documenti_PDF/Informativa.pdf“.
Al momento, però, è mancante della “Cookie policy”.

D. Come rifiutare i cookies inviati dal sito web del Liceo Ginnasio Statale “Alessandro Manzoni” di Milano

Come indicato al punto C, il nostro sito web invia soltanto cookies “tecnici”. Come indicato al punto B.1, non è consigliabile (e non ha nemmeno utilità) rifiutare i cookies “tecnici”.
Se tuttavia sei fermamente intenzionata/o a rifiutare tutti i cookies, ci sono due modi per farlo.

D.1. Scegliere di non navigare nel sito

Il modo più semplice per non ricevere cookies da un sito web è, ovviamente, “non visitarlo”.
Dopo quanto detto al punto A, apparirà chiaro che decidere di non visitare i siti web che inviano cookies di qualsiasi tipo, “tecnici” compresi, equivale a poter visitare pochissimi siti. Praticamente, quasi nessuno… Infatti, quasi tutti i siti web inviano cookies.
Il fatto che quando iniziamo a visitare un sito web esso esponga, in alto o in basso, un banner con una informativa breve sui cookies, che ci permette di accettare i cookies o leggere l’informativa estesa sui cookies, potrebbe far pensare che fino a quel punto il sito non ci abbia ancora inviato cookies. Purtroppo, ciò non è vero. In molti casi, già la semplice apertura di una pagina di un sito web genera di per se l’invio di almeno un cookie di sessione. Quindi, sperare di non ricevere cookies fermandoci a quel punto è una beata illusione.
Quello che è probabile (e che sarebbe auspicabile) è che, nel caso in cui il sito permetta l’invio di cookies di “profilazione” (sia proprietari, che di terze parti), fino a quel punto tali cookies non vengano inviati. Quindi, se dopo la lettura dell’informativa estesa di un sito web riteniamo inopportuno ricevere i cookies di profilazione da quel sito, abbandonare quel sito di fatto dovrebbe soddisfare il nostro desiderio.
Il problema, invece, non si pone nel caso del nostro sito web. Come abbiamo dichiarato, infatti, il sito web del Liceo Ginnasio Statale “Alessandro Manzoni” di Milano non invia cookies di profilazione e non consente l’invio da parte di altri siti, finché l’utente non clicca sui link verso altri siti.

D.2. Disabilitare l’accettazione dei cookies da parte del browser

Il nostro browser (cioè, il software che usiamo per navigare in internet) normalmente è impostato in modo da accettare i cookies. Per rifiutare i cookies è sufficiente cambiare questa impostazione, disabilitare l’accettazione dei cookies da parte del browser e il gioco è fatto.
Le modalità per gestire o disattivare i cookies possono variare a seconda del browser internet utilizzato.
Di seguito sono elencati i link alle pagine web che spiegano come gestire o disabilitare i cookie per i browser internet più diffusi:

Senza visitare tali siti è comunque possibile consultare la funzione “Aiuto” o “Help” del proprio browser internet.
Nel caso di strumenti di navigazione diversi da un computer, come tablet e smartphone, la soluzione migliore è consultare il relativo manuale operativo. Di certo non abbiamo la possibilità di spulciarli tutti ed elencare qui le manovre da compiere…

E. Informazioni sui cookies inviati da altri siti web collegati al sito web del Liceo Ginnasio Statale “Alessandro Manzoni” di Milano e istruzioni sul modo di disabilitarli

Non è compito dei gestori di un sito web fornire descrizioni sui cookies inviati da altri siti web ad esso collegati e spiegare come fare a rifiutarli. Non solo perché la normativa non lo prescrive, ma soprattutto perché è un’operazione materialmente impossibile. Ogni altro sito, eccetto il nostro, può mutare le procedure, il numero e il tipo di cookies in qualsiasi momento e a propria discrezione, senza darne informazione. A fornire informazioni precise sono le informative sulla privacy e sui cookies dei siti stessi.

Di seguito elenchiamo le informative sulla privacy e le cookie policy dei principali siti collegati al sito internet del Liceo Ginnasio Statale “Alessandro Manzoni” di Milano:

Tali informative non spiegano come disabilitare i cookies di profilazione che inviano, ma forniscono spiegazioni edulcorate sulle tipologie di cookies che inviano, su eventuali altri siti che attraverso di essi inviano cookies e sui partner con i quali scambiano le informazioni raccolte attraverso i cookies di profilazione.
Di fatto, gli unici metodi per non accettare i loro cookies sono:

  • non visitarli (vedi punto D.1);
  • disabilitare l’accettazione dei cookies da parte del browser (vedi punto D.2).

Commenti chiusi